Sport-attiva-mente - Potenziamento di Ed.Fisica- Sc.Sec.1°Grado - A.S. 2016/17

 

                                   Anno Scolastico 2016/17

 

L’educazione fisica concorre a promuovere l’equilibrata maturazione psico-fisica del preadolescente, finalizzata alla presa di coscienza del valore del corpo inteso come espressione della personalità e come condizione relazionale, comunicativa, espressiva ed operativa. L’attività motoria offre la possibilità di sperimentare la vittoria e/o la sconfitta modulando e controllando le proprie emozioni col gruppo dei pari. Attraverso il gioco gli alunni hanno la possibilità di verificare l’importanza del rispetto delle regole concordate e condivise e dei valori etici che sono alla base della convivenza civile quali la lealtà, il senso di responsabilità e la negazione di qualsiasi forma di violenza. L’attività ludico-sportiva diventa, quindi, promozione della capacità di vivere il proprio corpo in termini di dignità e di rispetto: è il conseguimento di capacità sociali, di rispetto per gli altri, di formazione alla vita attiva di gruppo in un’ottica collaborativa di confronto. Opportunamente scelte e dosate, le attività motorie concorrono allo sviluppo di competenze che contribuiscono all’acquisizione di sane abitudini di vita a tutela della salute e del benessere (prevenzione all’ipocinesia, a cattive abitudini alimentari, all’uso di sostanze che inducono alla dipendenza) da rispettare anche in ambiti extrascolastici. Infine, l’attività motoria praticata in ambiente naturale rappresenta un’esperienza educativa integrata per creare dei futuri cittadini del mondo rispettosi dell’ambiente nel quale vivono.

 Obiettivi specifici

- Consolidare gli schemi corporei di base;

- Educare le capacità coordinative come la combinazione dei movimenti, l’orientamento spazio-temporale, la differenziazione cinestetica, l’equilibrio statico e dinamico;

- Acquisire l’agilità nei movimenti e la velocità di spostamento;

- Educare all’igiene personale;

- Socializzare e collaborare per favorire la partecipazione di tutti;

- Sapersi organizzare responsabilmente per la pratica di un gioco;

- Favorire l’apprendimento delle tecniche e delle regole degli sport di squadra.

La Prof.ssa Borrelli Loredana ha realizzato questo progetto di potenziamento motorio con gli alunni della scuola secondaria di primo grado.